NEL SEGNO DEI GOAL!

Seconda giornata nel segno dello spettacolo . Il massimo campionato ci regala otto partite su dieci da segno “ goal “ in schedina, non senza polemiche e colpi di scena.

Partiamo senza dubbio dal big match dello Stadium, dove una goffa autorete di Koulibaly vanifica la rimonta del Napoli in casa della Juventus. Settanta minuti di grande calcio dei bianconeri che vanno avanti di tre goal, subiscono il ritorno degli azzurri e vincono alla fine con l ‘errore del difensore africano, per un roboante quattro a tre.

L’altra partita che ci regala spettacolo è quella tra Atalanta e Torino. Vincono i granata per tre a due e questa è una delle sorprese di giornata.

Bene l’Inter che tiene il passo della Juventus passando due a uno a Cagliari grazie a un rigore di Lukaku, mentre il derby capitolino termina con due goal, sei pali e un pari per uno a uno che non accontenta nessuno.

Vittorie interne per Sassuolo e Genoa che superano rispettivamente la Sampdoria e la Fiorentina . Gli uomini di De Zerbi hanno asfaltato i blucerchiati con quatto goal e hanno messo nei guai il tecnico Di Francesco, a cui non basta il rigore del solito Quagliarella. A quota zero anche la Fiorentina che cade in maniera meno netta ma non meno dolorosa al Marassi. Due a uno il punteggio finale.

In coda exploit del Parma in casa dell’Udinese coi ducali che passano in maniera netta e autoritaria per tre a uno. L’altro colpo esterno importante è quello del Verona a Lecce nella sfida tra neopromosse. Se la aggiudicano gli scaligeri per uno a zero in uno dei due incontri senza il segno goal. L’altro si verifica nell’anticipo del Sabato, dove il Milan soffre tantissimo ma riesce a superare per uno a zero il Brescia.